Mente – Corpo – Spirito: i tre elementi dell’essere

IL NOSTRO ESSERE: MENTE-CORPO-SPIRITO I TRE ELEMENTI DEL NOSTRO ESSERE Mi piace pensare al fatto che siamo costituiti da tre elementi principali: la mente, il corpo e lo spirito. Io penso che dovremmo dedicare ogni giorno parte della giornata a nutrire queste tre parti di noi, dedicando ad esse un pò di tempo per stimolarle, rinvigorirle, sempre con lo scopo di migliorare noi stessi. La nostra Mente Leggere è secondo me uno dei metodi migliori per nutrire la mente, per aprirsi, per scoprire un pensiero diverso dal nostro, non necessariamente giusto, né necessariamente sbagliato, ma che possa sicuramente suscitare in noi uno spunto di riflessione. Ovviamente dipende da quello che si legge; magari una rivista di gossip non ha lo stesso effetto di un saggio sociologico o di un romanzo di un certo prestigio, anche se ci sono momenti in cui magari  leggere qualcosa di meno impegnativo ci può fare più bene di qualsiasi altra cosa in quanto la mente ha bisogno, in quel momento, soltanto di liberarsi. Viaggiare è pure un’ altro modo per nutrire la mente. Scoprire posti nuovi, culture diverse e diversi modi di vivere la vita ci possono far capire che il mondo non è soltanto il pianerottolo di casa nostra. Una mente aperta impara da ogni cosa, una mente chiusa, invece,  all’inizio giudica in modo negativo tutto ciò che è diverso dal proprio modo di pensare … Bisogna prendere atto che una buona percentuale del nostro modo di pensare dipende dall’educazione ricevuta, dagli ambienti che abbiamo frequentato, dagli amici, dal nostro livello di cultura ecc… Il problema reale è che se non si è consapevoli di questo,  cresciamo con l’ assurda convinzione che tutto quello che è diverso dal nostro modo di vedere le cose sia sbagliato. Le nostre abitudini quotidiane, anche le più banali come il consumare pasti ad esempio, sono completamente differenti da quelle orientali,  ma questo non significa necessariamente che il nostro modo sia giusto, o viceversa; questo vale anche per la nostra religione, la nostra concezione della famiglia e così via. Ci sono cose che, in questo mondo, che riteniamo andrebbero cambiate, ma come spesso ripeto, tutto ciò che non va a ledere la libertà di vivere di un’ altro individuo non dovrebbe essere mai criticata. Il problema dell’apertura mentale è un problema riscontrabile anche nella nostra stessa vita quotidiana, spesso relazioni o amicizie si rompono proprio perché manca la capacità di  accettare la diversità del nostro prossimo. Conoscere nuove persone  è un altro ottimo metodo per nutrire la mente, in quanto permette, di tanto in tanto, di scambiare opinioni differenti su qualsiasi argomento… Costruire nuove amicizie non può che farci bene, e questo non significa chiudere quelle vecchie, anzi, le amicizie lunghe una vita sono tra le cose più belle che possiamo avere nella vita, ma soltanto che sarebbe un’ ottima  cosa fare nuove conoscenze di tanto in tanto… Il nostro Corpo Si dice che il  “corpo è il tempio del nostro spirito”, e come tale dovremmo trattarlo. Dovremmo venerarlo senza narcisismo ovviamente, ma prendercene cura in ogni modo possibile. A cominciare dall’alimentazione che dovrebbe contemplare cibi che, sebbene ci debbano gratificare, non intasino le vie energetiche del nostro organismo. Detta in parole povere, non devono farci più male che bene. Ora, io non sono un dietologo né mi ergerò ad esso, ma voglio permettermi di dire che mangiare cibi grassi, fritti ed alimenti troppo conditi tutti i giorni fa male… Questo lo sappiamo tutti ma, vuoi per la condizione debole dell’uomo, vuoi per pigrizia, per golosità, o semplicemente per il fatto che cerchiamo a volte nel cibo quella gratificazione che non troviamo in altri ambiti della vita, ce ne dimentichiamo. Io sono del parere che dovremmo mangiare un pò tutto quello che ci offre la natura, farlo senza eccessi, e concedendoci ovviamente, di tanto in tanto, quello che più ci piace anche se non molto sano magari, per godere comunque di uno dei piaceri della vita… So di essere stato molto vago, ma questo, infatti, non vuole essere un libro sull’alimentazione ed io, come ho già detto, non sono un esperto del settore, e su questi argomenti è giusto che si esprima chi ne sa più di me. Oltre a seguire una sana alimentazione, credo sia fondamentale praticare sport almeno un paio di volte alla settimana, i benefici sono tantissimi, basta pensare che rinvigorisce il fisico, permette di rilassarci scaricando tutta la tensione accumulata durante la giornata, riduce lo stress… in poche parole ci fa stare bene! Ovviamente, e questo non tutti forse lo hanno capito, bisogna scegliere una attività che ci piace e non un’ attività qualsiasi, poiché praticare uno sport controvoglia è deleterio… E a chi sostiene di non avere tempo, posso solo dire che esistono decine e decine di esercizi molto funzionali che si possono eseguire dentro casa, che necessitano di poco spazio, e davvero di poco tempo da dedicarvi ogni giorno. Infine prendersi cura del proprio corpo significa anche curarne l’aspetto. Molti non ci fanno caso, ma quando ci prendiamo cura del nostro aspetto ciò ci fa stare meglio. Quando nello specchio vediamo un’ immagine di noi che non ci piace, un’ immagine che ci rappresenta un come non vorremmo essere, questo ci rende ancora più infelici. Se stiamo quindi  attraversando un periodo negativo, prendiamoci cura di noi, guardiamoci allo specchio e cerchiamo di vedere l’immagine di noi che vorremmo, anche se dentro di noi in quel momento non siamo noi, non importa, mostrare al mondo e a noi stessi una immagine triste del nostro essere non ci aiuterà. Perciò per questo prendiamoci cura del nostro aspetto, sempre! Spirito Per ultimo, ma non per questo meno importante, vi è l’entità spirituale che abita in noi. Non la vediamo ma c’è. E invito chi crede soltanto nel materialismo più assoluto, quello che esclude ogni cosa non percepibile con i nostri cinque sensi, a pensare al nostro spirito come al nostro stesso essere, e come nutrirlo se non con la preghiera o con la meditazione (che tra l’altro per alcune culture è la stessa cosa) ? Pregare non vuol dire entrare in chiesa, ad esempio, e ripetere a memoria frasi che non suscitano in noi nulla, così come meditare non vuol dire necessariamente mettersi a gambe incrociate ed addormentarsi in quella posizione. Pregare, meditare, significa svuotare la mente da ogni cosa ed abbandonarci al nostro stesso essere, significa ripulire la mente da sentimenti negativi e svuotare la nostra anima dalle angosce della vita per poi riempirla con la fede che quello che più desideriamo fa già parte della nostra vita. Non importa che lo facciate nel buio della vostra stanza, in salotto, nel silenzio di una chiesa o stesi nel letto, è importante che lo facciate in un posto che susciti dentro di voi un senso di serenità e dove, anche per soli cinque minuti, riusciate ad essere soli con voi stessi.   Se questo mio libro che stai leggendo ti piace, prova a leggere il mio racconto Ilyeo storia di un ragazzo di strada
 
Condividi questo articolo: