Violenza e arti marziali

A volte si pensa che la pratica delle arti marziali possa in qualche modo sviluppare o stimolare caratteristiche negative come rabbia e  violenza in una persona, invece, io credo che la pratica seria di queste arti possa permettere di gestire e controllare queste caratteristiche.Un vero praticante di arti marziali dovrebbe essere una persona mite, che conosce a pieno la propria persona e che non si lascia trascinare da impulsività emotiva alcuna.Da sottolineare che quando mi riferisco alla pratica delle arti marziali mi riferisco all’aspetto tradizionale, quello non sportivo, ovvero dove il praticante usa le arti marziali solo per vera ed

Condividi questo articolo:
Leggi il seguito